Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
6 novembre 2012 2 06 /11 /novembre /2012 21:15

ascolto parole lette e penso a te.

 

giornate passate a letto, senza uscire di casa.

senza quasi alzarsi.

se non per prendere qualcosa da mangiare, da sgranocchiare.

l'acqua per terra accanto a noi.

a volte la tv accesa. a volte la musica. a volte solo noi.

 

i nostri corpi sotto le lenzuola. sdraiati davanti alla finestra a fumare.

e parlare.

la tua pelle calda sotto le mie dita.

le mie gambe intrecciate alle tue. per rassicurarmi.

vedere il sole calare poco a poco.

e noi sempre lì.

 

ogni tanto mi mancano quei week-end isolati dal mondo.

quando gli altri uscivano a mangiare bere ascoltare concerti,

e la domenica sera ci chiedevano cosa avessimo fatto noi.

e io arrossivo e rispondevo *niente di che*.

per non dire.

 

ma era un altro. e non sarai tu.

e a volte mi manca tutto quello che non abbiamo vissuto.

anche se non mi manchi più tu.

 

 

fra poco potresti arrivare qui.

e io non lo so cosa pensare.

ho voglia di farti conoscere il mio nuovo mondo.

e poi penso che forse invece ci ritroveremo nel passato.

o forse sarà le due cose insieme

e per qualche giorno potrebbe essere piacevole.

ora che sono riuscita a sfuggire all'incantesimo dei tuoi occhi.

Partager cet article

Repost 0

commentaires

Lilyum 07/11/2012 14:58


Bello. Ed è vero, succede proprio così.

* Rootless * 07/11/2012 23:59







uketori 07/11/2012 13:37


...lascia un sacco di ricordi appiccicati agli occhi e alla pelle!

* Rootless * 07/11/2012 23:35



è che credi di esserteli tolti di dosso
e invece la pelle un po' è rimasta appiccicaticcia...






Qui Suis-Je?

  • * Rootless *

Visioni

da cornelie

 

* Rootless *

par le regard de

Cornelie

Archives