Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
7 février 2011 1 07 /02 /février /2011 20:31

resta in bilico tra amicizia e seduzione come se fosse nato per questo.

 

e io so di essere sensibile a questo tipo di fascino per cui ho fatto di tutto

perché il mio cuore restasse tranquillo.

quello che non avevo calcolato è che avrebbe poco a poco conquistato la mia testa.

ed è anche peggio.

 

non se ne rende conto ma sta facendo saltare tutti i miei punti di riferimento.

apre i cassetti impolverati dove avevo piazzato le domande scomode.

 

scegliere di partire non è stato coraggioso.

perché sapevo mi sarei ritrovata nello stesso mondo.

lui me ne sta facendo scoprire un altro

e di colpo mi ritrovo ad avere 15 anni,

di fronte a qualcosa di ignoto che mi attira e mi terrorizza

perché so di non avere i mezzi per affrontarlo.

 

ribalta il mio mondo con un sorriso e un buffetto sulla guancia.

e poi se ne va.

lasciandomi con i miei dubbi.

e la voglia e la paura di continuare a parlargli

per capire, per scoprire.

 

forse anche perché la ragazzina che si faceva domande su tutto

in fondo mi mancava, soppiantata da una donna che ancora non si sente tale

e che cerca di rassicurarsi nel suo piccolo mondo.

Repost 0
29 janvier 2011 6 29 /01 /janvier /2011 20:36

a volte una parola non è abbastanza.

e a volte è tutto.

 

non importa se tutto vi divide.

se approfitti di ogni istante della tua vita cercando di non pensare

a quella che un'altra sta vivendo al tuo posto.

quando ridi l'ombra di quel vuoto quasi non si vede più.

 

eppure ogni tanto ci pensi.

e ti chiedi se ha dimenticato.

se è riuscito a convincersi di avere la vita che voleva.

 

poi ti basta una parola.

una risposta banale a un messaggio banale.

e in quelle cinque lettere c'è tutto.

tu lo sai.

e ti basta.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
25 janvier 2011 2 25 /01 /janvier /2011 16:38

non ci sono ragioni speciali,

solo piccole cose che in questo momento riescono a rendermi felice.

che a volte ho paura a dirlo, paura che non duri, paura che di colpo tutto svanisca.

 

e probabilmente qualcosa cambierà, qualcosa svanirà.

è la vita.

intanto però mi godo giorno per giorno questi istanti.

 

al lavoro volti noti che ti fanno compagnia,

un the col capo per riprendere coraggio,

un nuovo affiatamento in barca che ti fa risalire dall'acqua dolorante

e senza fiato ma con tutte le fibre del tuo corpo che sorridono.

un'amicizia che ha attraversato la prima crisi e ne è uscita più rinforzata.

e nuove conoscenze interessanti con cui uscire, bere e ridere;

o anche solo mangiare un boccone facendo un quiz.

 

una giornata primaverile in pieno inverno

e tornare a pasticciare coi colori e il disegno.

telefonare a un'amica e parlare per ore

cercando di colmare le distanze con le parole.

 

tutto questo ma non solo.

lo scrivo anche per potermene ricordare quando magari non tutto andrà così bene...

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
18 janvier 2011 2 18 /01 /janvier /2011 19:14

l'amicizia è una roccia.

l'unica cosa salda e sicura anche quando tutto il resto va a ramengo.

 

un amico è a prescindere.

a prescindere dalle differenze, dalle cose che ti fanno incazzare,

dalle verità scomode,

a volte anche dal tempo che passa e la distanza che vi separa.

 

solo una cosa conta.

la fiducia.

e questo implica che qualunque cosa accada, 

qualunque malinteso, dissapore dev'essere affrontato.

si discute, si litiga magari, ci si spiega.

quando si instaura il silenzio non c'è più niente da salvare.

quando parli nel vuoto allora dall'altra parte non c'è nessuno già da tempo.

 

e nascondi dietro una risata l'amarezza di ascoltare parole che a te sono state negate.

nessuna risposta. nessuna spiegazione.

è sempre più facile nascondersi dietro gli altri piuttosto che affrontare chi è coinvolto.

 

ma non ti fermi a chiederti come hai fatto a non accorgertene.

non ti fermi a chiederti se magari non ti sei sbagliata altre volte,

se lì da qualche parte ci sono altri sassi che un giorno scoprirai

svanire al tuo tocco.

ci si sbaglia. capita. 

si volta pagina e si va avanti.

 

la fiducia è cieca.

e continui la tua traversata sapendo che potrai sempre allungare una mano

e aggrapparti a una delle rocce che ti circondano.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
15 janvier 2011 6 15 /01 /janvier /2011 21:25

è talmente inusuale da queste parti

che per un attimo ho pensato di avere gli occhiali appannati.

invece era nebbia.

che strano camminare nelle viuzze del centro e sentirsi la nebbia addosso.

che strano perdere i confini delle cose in una città dove l'aria sembra più luminosa.

avvicinarsi al fiume e non trovarlo.

 

un'ora dopo era già tutto svanito.

il tempo che pareva sospeso ha ripreso a scorrere.

ma forse quella parentesi di nebbia ci aveva fatto spuntare più in là,

perché quella che avevo davanti agli occhi era una giornata di primavera...

 

i vestiti improvvisamente troppo pesanti, la voglia di restare all'aria aperta,

di fare merenda con un amico in un parco.

lo so che l'inverno ancora non è finito.

ma una pausa ogni tanto ci vuole, no?

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Moi et ma ville...
commenter cet article
10 janvier 2011 1 10 /01 /janvier /2011 10:16

volevo fosse l'anno della tranquillità.

le radici che avevo messo sembravano prendere.

avevo trovato il mio posto, mi dicevo.

 

stavo ritrovando e ricostruendo dei punti di riferimento.

vecchie passioni e nuovi interessi.

 

poi una sera una birra dopo un film.

lunghi discorsi con qualcuno che un po' mi somiglia, che un po' (parecchio) mi affascina.

e sentire certe parole dalla sua bocca hanno risvegliato in me

le stesse domande sopite, le stesse questioni che credevo risolte.

 

l'irrequietezza è tornata.

per ora ha una voce debole, la sento ma non mi disturba.

eppure la conosco troppo bene per sottovalutarla.

è la stessa voce che un giorno mi ha fatto andare via davvero.

so che mi scaverà dentro fino al giorno in cui arriverà alla luce.

 

è la voce che mi sussurra che quello che ho non può bastarmi

perché là fuori c'è ancora tanto da conoscere.

da vedere, da vivere.

che fermarmi sarebbe rinunciare a cercare. 

che a ogni scelta di stabilità sacrifico mille mondi sconosciuti.

 

e lo so che a me dovrebbe bastare quello che mi sto costruendo,

ma ho paura che un giorno non riuscirò a resistere

alla voce della sirena che mi porterà di nuovo via.

Repost 0
6 janvier 2011 4 06 /01 /janvier /2011 14:45

Mi chiede se me la sento, non ne sono sicura ma rispondo di sì.

Mi aiuta, mi corregge quando dimentico alcuni gesti base, poi mi spinge al largo.

Ci siamo.

 

Quanti anni sono passati?

Cinque, almeno.

Mi sento un po' traballante, ma faccio qualche remata e tutto torna.

 

Tutto è uguale e tutto è diverso.

L'acqua è diversa.

Anche io.

E anche il mio corpo, che comincia a ricordarmi tutto quello che (gli) ho fatto negli ultimi anni.

Le sigarette, i chili di troppo, un po' di alcol, nessun movimento.

 

Ma sono io, sull'acqua.

Concentrata sul momento, sul movimento, sui difetti da correggere.

 

E poi torno a casa, dolorante, stanca.

Di quella stanchezza buona, che avevo scordato.

Ma sapevo che prima o poi ci saremmo rincontrati.

 

Alla prossima settimana.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
4 janvier 2011 2 04 /01 /janvier /2011 12:02

non ci credo nei buoni propositi. mai fatti. mai mantenuti.
quello che non va lo cambio quando è il momento,
quando sono pronta.
ma quest'anno è un anno diverso.
quest'anno divento grande.

e voglio che i mesi che verranno cancellino i loro compagni dell'anno scorso.
voglio ricominciare a fare sport. perché mi manca.
perché ne ho bisogno. e perché non voglio comprare tutto di una taglia più grande.

voglio impiegare meglio il mio tempo.
voglio riprende quello che avevo iniziato
e poi ho lasciato stare.
voglio continuare a godermi i momenti coi miei nuovi amici.
voglio poter continuare a viverne
anche con gli amici di sempre.
vorrei che questi ultimi venissero a vedere
quello che sono qui.

voglio credere che si possa cambiare il mondo.
voglio cercare un modo per provare a cambiarlo.

voglio continuare a stupirmi della luce del cielo di tolosa.
e della bellezza del suo fiume, delle sue case, delle sue vie.
ma voglio ricordarmi che non è tutto qui.

e voglio poter vivere come se non fossi ancora grande.

 

Repost 0
Published by sullagaronna.over-blog.fr - dans Io e dintorni
commenter cet article

Qui Suis-Je?

  • * Rootless *

Visioni

da cornelie

 

* Rootless *

par le regard de

Cornelie

Archives