Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog
30 mai 2011 1 30 /05 /mai /2011 23:24

piove. la pioggia non ancora estiva ma che rinfresca rallegra e passa.

la serata sembra più tranquilla.

 

e mi sento più tranquilla anch'io. credo.

dal mio ritorno tante cose, tante persone.

un po' di confusione. dentro, più che fuori.

 

ho rivisto un amico dopo tanti anni.

ho ospitato mio cugino e gli ho fatto visitare la mia città.

ho sofferto con e per l'altra mia città

e come una cretina sono scoppiata in lacrime

a sapere che ora finalmente può rinascere.

era il sollievo.

ma anche il senso di colpa di chi è andato via

e l'ha abbandonata.

 

ho passato momenti che non scorderò.

una giornata in campagna. per il lavoro.

ma con un progetto creato e condiviso da persone fantastiche.

incontri per conoscere meglio una realtà vicina e sconosciuta.

una serata finita su un divano davanti a un grande schermo

e una storia di solidarietà finita (per ora) bene

a sentirmi a casa con gli amici anche fra sconosciuti.

 

e ora la pioggia che mi tranquillizza.

tutto andrà bene anche domani.

Repost 0
16 mai 2011 1 16 /05 /mai /2011 00:02

sette giorni. in bilico fra due città.

 

un concerto. una speranza.

 

* quando tornerò a milano

spero di trovarla disperata

come chi davvero non ha scelta

come chi non si rassegna *

lo scopriremo domani.

 

un istante di magia :
una folla di botto silenziosa che intona la stessa canzone
sotto la luna e sotto il pirellone.
il ricordo di quella stessa canzone un mese fa. ma non ero sola.

 

nuove vite che sono in cammino x questo nostro mondo in bilico anche lui.
gli occhi lucidi di felicità. e un nodo in gola di rimpianto.

 

racconto della nuova vita.

che mi manca, mi rendo conto.

 

un giro tra i libri, nel vecchio mondo, con nuove possibilità.

il pranzo con una toscanaccia chiacchierona e la leopardiana anima affine.

un altro pranzo con chi sta potando rami secchi.

(la bilancia che impazzisce...)

 

il boato dello stadio che entra dalla finestra.

è la festa. e io sono qui.

non partecipo. ma ci sono.

 

il vento che lascio.

il vento che ritrovo.

per non farmi sentire perduta.

credo abbiano smesso di rivaleggiare.

 

sono stata a casa.

e sono tornata a casa.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Moi et ma ville...
commenter cet article
6 mai 2011 5 06 /05 /mai /2011 23:34

il mio umore è cangiante come il tempo di questo maggio che non si decide.

non si decide ed è a turno primavera, estate, a volte persino un po' autunno.

 

e io mi adeguo.

sono felice, poi malinconica e poi contenta di nuovo.

e mi sveglio col sorriso, e mi addormento con le guance umide.

e mi dico che non ho mai avuto tanto allo stesso tempo

e quasi non ci credo.

ma poi mi chiedo allora cos'è quel qualcosa che mi manca.

 

un momento vengo travolta dalla nostalgia

e basta un libro, una canzone o la battuta di un amico

perché non ricordi più cosa avessi l'istante prima.

 

e un giorno mi sento contenta di quello che sono

ma quello stesso giorno mi rendo conto dei miei limiti.

rido e scherzo con i nuovi amici

e intanto mi chiedo quelli di sempre se si ricordano di me.

 

la stabilità non è qualcosa che mi appartiene

eppure cercare di trovare il filo di me stessa

che resta dietro quest'avvicendamento di umori

a volte è stancante...

 

come adesso.

ho iniziato che un nodo in gola mi teneva.

e sto finendo pensando che domani ci sarà il sole

e al lavoro sarà pesante, ma... ma è un bel lavoro.

 

 

Repost 0
26 avril 2011 2 26 /04 /avril /2011 19:37

leggo parole altrui che scoprono la mia bugia e mi costringono a fermarmi.

mi costringono a ricordare.

che con apparente facilità io ora accumulo una crocetta dietro l'altra.

che con apparente facilità io ora vivo la vita che mi ha lasciato.

 

e poi so che in fondo è tutto falso.

so che lei ha più coraggio di me perché ha rischiato di nuovo.

e resta sveglia la notte chiedendosi come si fa.

 

io ho preferito evitare questi dilemmi.

io la notte dormo sola per non dovermi chiedere

se sto mentendo a qualcuno o a me stessa.

dormo sola per non tradire l'idea di qualcosa che non esiste più.

o per non scoprire che ho ragione.

 

dormo sola perché nessuno scopra che non posso dargli tutta me stessa.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
15 avril 2011 5 15 /04 /avril /2011 23:25

i giorni sembrano scorrermi davanti agli occhi senza che me ne renda davvero conto.

ho le giornate piene ma mi sembra di non fare niente.

 

invece no.

le riempio, di persone sguardi risate informazioni.

 

di persone con cui mi basta passare una giornata

per avere tutta una serie di ricordi che ci uniranno nelle nostre diverse città

in attesa della prossima occasione.

 

di sguardi, davanti a una birra e un paio di dadi.

 

e se mi fermo a pensare

mi rendo conto della strada che ho percorso da quando sono qua.

e quello che sono ora non avrei potuto esserlo altrove.

 

questa città mi ha offerto i suoi occhi per vedere il mondo.

persone che guardano lontano ma non dimenticano chi è vicino.

persone che resistono. persone che protestano.

persone che informano.

e ti dicono che forse cambiare il mondo non si può.

ma intanto puoi vivere diversamente.

e se anche una sola persona prenderà esempio allora vale la pena provarci.

 

io sono già cambiata. un po'.

ho ancora tanto da fare, vedere, imparare.

ma tutti quelli che hanno contribuito hanno già vinto.

a loro modo.

 

magari un giorno anch'io farò la mia parte.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
1 avril 2011 5 01 /04 /avril /2011 11:58

persa in un tempo che scorre troppo veloce

e che spreco troppo facilmente

 

in una lacrima di smarrimento

e una risata contagiosa

 

conservo il gesto di due amiche lontane

che urleranno l'adrenalina della musica accanto a me

e lascio andare parole che mi han carezzato

ma son sparite con il vento di marzo.

 

come sempre nulla è mai in equilibrio

eppure è l'instabilità che mi rassicura

l'ho scoperto quando tutto sembrava perfetto

e io avevo paura di respirare.

ho solo rischiato di soffocare...

 

ora che la mia mente ha nuovi dubbi e nuovi tormenti

tutto è tornato nella norma

e mi sento più tranquilla.

 

posso godermi il sole riprendendo fiato mentre remo

posso fare merenda con le amiche parlando di tutto e di niente

posso ascoltare una canzone e capire che se ci sono persone

che scrivono cose così belle allora c'è speranza...

Repost 0
21 mars 2011 1 21 /03 /mars /2011 23:30

a volte vorrei essere diversa,

a volte vorrei spegnere quella parte di me che pensa e pensa e pensa.

 

non pensare, le dico.

chiudi gli occhi e respira la primavera...

non stare sveglia la notte in attesa del peggio.

dormi.

 

la nuova avventura sta per cominciare,

avrai bisogno di tutte le tue energie.

non sprecarle in paranoie inutili.

 

ma so essere solo me stessa.

e ho imparato a sorridere

anche solo per una luna grande e luminosa

e per il mazzo di fiori di un cliente

o semplicemente perché c'è il sole.

 

ma non posso impedirmi di pensare.

e avere paura.

non so perché ora mi sembri che tutto sia così fragile.

non so perché ne sono consapevole ora più di prima.

 

non è neanche l'inquietudine che mi viene dalla stabilità.

è altro.

cosa, non so.

 

ma shush.

ora dormi.

Repost 0
9 mars 2011 3 09 /03 /mars /2011 15:47

ci riesci ancora.

nei momenti in cui mi sento più tranquilla devi venire a sconvolgermi tutto.

 

non ti sei mai chiesta perché in quattro anni e passa che sono qui

non ti ho mai invitata?

perché quando vengo a milano resto solo un'oretta,

e spesso solo perché costretta?

 

non abbiamo mai avuto niente da dirci.

non è adesso che le cose cambieranno.

non sono mai stata quella che avresti voluto,

non hai mai fatto niente per nasconderlo,

o se ci hai provato, non abbastanza perché io non me ne accorgessi.

 

quando avevo bisogno non ci sei mai stata.

erano le madri delle mie amiche che mi dicevano le parole

che mi servivano.

più tu mi compravi gonnelle e ricami

più io mi infagottavo in maglioni maschili.

più cercavi di cambiarmi più io mi intestardivo.

in fondo se sono quella che sono,

se non son riuscita a uniformarmi

è anche grazie a te.

 

c'ho messo più di trent'anni a fare pace con la mia femminilità.

trent'anni e un migliaio di chilometri.

 

e ora vuoi invadere il mio mondo. 

io non lo so se sono pronta.

Repost 0
4 mars 2011 5 04 /03 /mars /2011 12:53

ho messo piede su un'isola in mezzo alla corrente

eppure sento ancora la vertigine del vuoto.

forse non c'entra dove sono

forse è dentro di me.

 

camminare su un ponte di corde mi fa paura

ma è un brivido che mi manca quando torno sulla terraferma.

sarà così per tutta la vita.

 

imparo a godermi l'istante

perché so che non imparerò mai a godermi il tutto.

 

una stradina, un bicchiere e la mostra di un amico, 

prepararsi a un nuovo tatuaggio,

ripararsi sotto il piumone per proteggersi dal vento che soffia freddo,

un rametto di mimosa strappato per me

e la tua pelle calda contro la mia,

un film delicato e forte,

la solita birra con le solite facce,

il fiume che ti chiama e che ha cambiato colore.

 

non c'è posto per i rimpianti.

sarò quello che posso essere in quel momento.

fermati e respira.

domani sarà isola o salto nel vuoto.

Repost 0
Published by * Rootless * - dans Io e dintorni
commenter cet article
18 février 2011 5 18 /02 /février /2011 12:48

oggi la lista non mi basta.

perché oggi il sole non c'è, il cielo è grigio e freddo

e il vento non esita a colpirti, gelido da far male.

 

e fa freddo anche sotto il piumone

e il letto è troppo grande per me

e mi sembra che lo sarà sempre.

 

vedo mani che si stringono e sorrisi che si riflettono

e penso che le mie mani resteranno sempre abbandonate

e il mio sorriso non si rifletterà più.

 

 

oggi l'illusione di unità non tiene.

sono schegge.

sono mille schegge di me che mi bruciano.

e non ce n'è nessuna che possa salvare.

che voglia salvare.

 

voglio il fuoco che mi rinnovi.

voglio essere una, brillante, nuova.

o essere cenere.

 

voglio essere tutto quello che stavi cercando.

voglio essere tutto.

voglio che mi guardi come se fossi l'unica.

voglio che guardi solo me così.

 

se no voglio che il vento si porti via ogni granello di me.

 

 

 

 

*copyright cielosopramilano

Repost 0

Qui Suis-Je?

  • * Rootless *

Visioni

da cornelie

 

* Rootless *

par le regard de

Cornelie

Archives